Sci escursionismo

Armatevi di pelli di foca e risalite i nostri pendii: avrete il mondo ai vostri piedi.

Sci escursionismo

Airolo-Pesciüm vi propone diverse escursioni più o meno impegnative, a seconda dell'itinerario prescelto, che sapranno regalarvi emozioni uniche ripagandovi per tutta la fatica della salita.

Durante gli orari di apertura degli impianti gli appassionati di questa disciplina, molto amata e praticata nella regione, potranno risalire lungo il margine delle piste. Gli sciescursionisti devono in particolare rispettare le regole seguenti:

  • Salire solo rimanendo al margine della pista,
  • Muoversi in fila indiana e non affiancati,
  • Non attraversare la pista in punti dove la visibilità è scarsa,
  • Usare particolare prudenza in caso di cunette, passaggi stretti, pendii ripidi o ghiaccio,
  • Rispettare gli utenti delle piste, hanno la precedenza.

Inoltre, sempre durante gli orari di apertura degli impianti di risalita,gli sci escursionisti possono usufruire dei percorsi pedestri in direzione di Pesciüm o di Ravina, demarcati in giallo sulla mappa, con partenza dalla Stazione a valle della funivia oppure da Nante.

Al di fuori dell’orario di esercizio degli impianti le piste sono chiuse. Anche gli sciescursionisti devono rispettare l’orario di apertura.

Le piste da sci sono aperte esclusivamente durante le ore di funzionamento degli impianti di risalita. Una volta chiusi gli impianti non sono protette da pericoli come l'innesco di valanghe o la presenza di macchine battipista dotate di verricello. 
Attenzione: pericolo di vita! 

Sci escursionismo

Informazioni Impianti

Impianti
Impianti: 0/8
Sentieri
Escursionismo: 0/3
Sentieri
Tracciati MTB: 0/6
Impianti
Bar/Ristoranti: 0/4
Meteo Airolo 14°

Giovedì 9/4/2020

meteo
Venerdì 10/4/2020:
5°/19°
meteo
Sabato 11/4/2020:
6°/20°
meteo
Domenica 12/4/2020:
4°/16°

Scopri altre escursioni

La più semplice è l'escursione alla Capanna Corno Gries: la gita permette di raggiungere la cima dello spettacolare Corno Gries che domina la valle con la sua cupola e con il suo lungo ghiacciaio. La gita è facile e di grande soddisfazione, il percorso è adatto sia ad escursionisti con le racchette da neve, che possono tranquillamente arrivare fino al Lago di Gries, che per quegli sci-alpinisti che vogliono provare una salita su un ghiacciaio. 


Un’altra escursione interessante è quella sul Passo San Giacomo: la "via normale" parte da All'Acqua e dopo aver attraversato il ponte sul Ticino sale seguendo quello che potrebbe essere il sentiero estivo fino all'Alpe di Val d'Olgia; quindi, seguendo praticamente la linea dell'alta tensione, si giunge alla quota 2'200 m circa, in zona All'Uomo. Qui si apre un magnifico scenario; ad ovest si intravedono le Alpi bernesi, mentre a sud si scorgono le costruzioni militari e la chiesetta, un po' più avanti il Passo San Giacomo vero e proprio segnalato da una croce di legno. Ora la via è semplice, difatti basta seguire la linea d'alta tensione, passando tra la chiesetta ed il distaccamento delle guardie di confine e, proseguendo verso sud, si raggiunge il colle. 

Un po’ più impegnativa la salita al Chüebodenhorn: itinerario classico di gran soddisfazione, che si sviluppa lungo pendii aperti con ampia vista panoramica sull'affascinante Val Bedretto. Per meglio gustare ed apprezzare le bellezze della valle, il percorso può essere realizzato in due giorni facendo tappa al Rifugio Piansecco. Con buone condizioni d'innevamento, questa salita può essere percorsa sin dall'inizio della stagione. Alcuni passaggi, sia in salita sia in discesa, richiedono una certa pratica scialpinistica. In certe condizioni d'innevamento, per raggiungere la cima del Poncione possono essere necessari corda, piccozza e ramponi. Per la presenza di frequenti pendii ripidi, la gita è da compiersi quando il manto nevoso è stabile e sicuro.

Le regole dello sci escursionismo:

  1. Mai andare da soli
  2. In caso di dubbio occorre saper rinunciare prontamente
  3. Prima di praticare lo sci alpinismo occorre saper utilizzare correttamente pala, sonda, apparecchio per la ricerca in valanghe e aver almeno praticato un corso per il salvataggio da valanga
  4. Tenere sempre conto delle previsioni meteorologiche e adattare l'uscita al tempo previsto comunicando la meta ad una persona di fiducia con il relativo tempo d'arrivo
  5. Portare sempre con sé l'apparecchio per la ricerca in valanga, una pala ed una sonda
  6. Fare in modo di mantenere una certa distanza di sicurezza  dagli altri componenti in modo che il rischio sia sempre per un solo individuo e non per tutto il gruppo
  7. Evitare la neve soffiata in conche e pendii sul lato che si trova riparato dal vento
  8. Per la discesa, ripercorrere lo stesso itinerario della salita

Per offrirti una migliore esperienza questo sito utilizza cookie tecnici ed a fini statistici e di marketing.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per saperne di più e modificare le tue preferenze consulta la nostra cookie policy. Clicca qui per modificarla o Clicca qui per chiuderla.

Meteo

Impianti

Webcam

Contatti
E-Guma
Buoni regalo